Le informazioni fornite a supporto di questa applicazione, incluso ma non limitato al mio curriculum o CV e le informazioni di cui sopra, sono vere e corrette. Comprendo che dichiarazioni false o omissioni materiali di qualsiasi tipo durante il processo di assunzione possono comportare la negazione del rapporto di lavoro o la dimissione.

Comprendo che nulla del contenuto in questa domanda di assunzione o processo di intervista è inteso a creare un contratto di lavoro tra MYBESTMarketing e me e che nessuna dichiarazione o promessa riguardante la durata o la cessazione del rapporto di lavoro con MYBESTMarketing è autorizzata o vincolante a meno che non sia contenuta in un documento scritto firmato da un ufficiale di MYBESTMarketing.

COSA ACCADE DOPO LA TUA CANDIDATURA?

Una telefonata importante

Il primo eventuale contatto da parte dell'azienda dopo l'invio del curriculum spesso è rappresentato da una chiamata. Questa telefonata sta a significare che il tuo CV è stato apprezzato e il selezionatore ha deciso di contattarti personalmente.

Solitamente lo scopo della chiamata è verificare se le informazioni inserite nel CV sono attendibili e se vi sono le condizioni per fissare un incontro conoscitivo. Essendo il primo approccio "diretto" con l'azienda, è necessario giocare bene le proprie carte.

Il momento giusto

Il problema principale è che la telefonata giunge del tutto inaspettata e può coglierti in qualsiasi situazione. Spesso il selezionatore chiede se hai la possibilità di parlare o se è meglio rimandare. Se sei a un happy hour, sorseggiando l'ennesimo drink, forse è meglio scusarsi per il caos e chiedere di risentirvi in un altro momento:

Anche se la chiamata ti coglie in una situazione lavorativa, ad esempio a pranzo con l'attuale "capo" o circondato dai colleghi più pettegoli, comunica di essere in riunione e indica un orario in cui essere ricontattato. Il selezionatore comprenderà sicuramente la situazione e apprezzerà la tua professionalità e discrezione.

Stabilito il contatto telefonico, la prima cosa da fare è capire immediatamente e con certezza a quale posizione la telefonata si riferisca, senza apparire eccessivamente sorpresi del feedback.
Se proprio non ti ricordi di quale candidatura si tratti, prendi tempo e rimanda la telefonata.
Segna la data su un'agenda, sul cellulare, sul muro di casa, dove vuoi, ma non dimenticarlo: richiamare per chiedere lumi non è esattamente costruttivo.
La prima impressione è difficile da cancellare e questa telefonata può essere il primo passo verso una nuova avventura tanto ambita.