WhatsApp: arrivano le videochiamate di gruppo. Ecco come funzionano

01.08.2018

Un vero e proprio lampo estivo. Con una breve nota, WhatsApp ha annunciato l'aggiornamento dell'applicazione che porta in grembo una delle modifiche più attese: le videochiamate di gruppo. Dove gruppo, almeno per ora, significa massimo quattro persone.

Una bella novità per l'applicazione di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo. Perché se è vedo (ed è vero) che le videochiamate di gruppo non sono proprio il massimo dell'innovazione (altre piattaforme come Skype o la stessa Messenger, che è pure di Facebook, le prevedono da molto tempo), il fatto che la feature sia introdotta da WhatsApp ha una portata molto più rilevante per un fatto di numeri.

Che la piattaforma fondata da Brian Acton and Jan Koum, e successivamente acquistata da Zuckerberg, sia quella maggiormente utilizzata in fatto di messaggistica sugli smartphone del mondo occidentale non c'è alcun dubbio. Ed è per questo che le videochiamate con più partecipanti sono una mossa interessante.

Come funziona
Quattro, dicevamo, il numero massimo di partecipanti. E se appare un numero assai limitato rispetto a piattaforme come Skype, - dove il numero massimo di persone attive in videocall può salire oltre i venti - è pur vero che WhatsApp è una applicazione nata per dispositivi mobili, che viste le dimensioni dello schermo renderebbe del tutto inutile una videochiamata con molti partecipanti. Il funzionamento è decisamente semplice, per chi conosce già l'applicazione. In sostanza un utente può avviare una videochiamata con un altro e poi, via via, aggiungere gli altri partecipanti grazie a un tap nella parte alta del display.

«Le chiamate di gruppo - è scritto sul blog ufficiale di WhatsApp - sono sempre crittografate con modalità end-to-end e abbiamo progettato le chiamate per funzionare in modo affidabile in tutto il mondo in diverse condizioni di rete. La nuova funzione è attualmente disponibile sulle versioni iPhone e Android della nostra applicazione».

Nella stessa nota, da Menlo Park fanno sapere che gli utenti effettuano più di 2 miliardi di minuti di chiamate al giorno. Numeri che, sommati ai 65 miliardi di messaggini che quotidianamente vengono scambiati attraverso la piattaforma, danno la dimensione esatta di quello che è un vero e proprio colosso del mondo mobile.


Nuove anteprime
Intanto, nei forum settoriali già si discute di quella che dovrebbe essere la prossima mossa. A quanto pare, infatti, gli ingegneri di WhatsApp stanno lavorando a un modo per offrire agli utenti la possibilità di far comparire nella sezione notifiche degli smartphone un'anteprima in caso di messaggio multimediale. Un modo per sostituire le classiche icone della macchina fotografica e della videocamera che compaiono quando si riceve una foto o un video. Con l'anteprima si darebbe modo a chi utilizza la app di avere una preview del contenuto senza dover per forza accedere all'applicazione. E senza alcun dubbio si tratterebbe di una feature molto apprezzata dagli utenti.

Fonte: Sole24ore