Rete 5G in Italia: cos’è, come funziona e come cambierà le nostre vite

02.09.2019

Il 5G è la nuova rete che arriverà anche in Italia, scopriamo come funziona e tutti i vantaggi che questa potrebbe portare

Cos'è il 5G

Cos'è il 5G? Il 5G è un nuovo tipo di rete, più performante e veloce, che promette di rivoluzionare il mondo della telefonia e non solo, perché il suo utilizzo più interessante sarà probabilmente quello che investirà il cosiddetto Internet of Things.

Spiegare perché il 5G si chiama così non potrebbe essere più semplice: 5G significa di quinta generazione (5th G, cioè Fifth Generation) ed è la più moderna evoluzione del sistema di rete che ci permette di comunicare senza fili e di mettere in comunicazione tra loro device che si appoggiano proprio alla rete per funzionare

Non sarà quindi solo il nostro smartphone a trarre giovamento dal passaggio dal 4G al 5G. Cosa accadrà dunque e come funziona il 5G?

Come funziona il 5G

Il 5G si propaga sfruttando una banda mobile ultralarga che ha una frequenza ben più alta rispetto a quella del 4G e delle precedenti reti (ovviamente). Questo però comporta una serie di cambiamenti per quanto riguarda i sistemi di trasmissione.

Il segnale su una frequenza alta si "sposta" più rapidamente, ma allo stesso tempo non può percorrere grandi distanze ed è più sensibile agli ostacoli fisici che incontra sul suo cammino. Cosa significa questo? Che c'è bisogno di un numero più alto di celle/ripetitori che ripetano il segnale, assicurando la stabilità del collegamento.

La velocità della rete 5G

Il 5G è una rete velocissima, anche se non c'è un accordo generale per definire dei parametri precisi, che probabilmente verranno presentati con maggiore chiarezza al momento del lancio ufficiale. In generale si oscilla tra chi sostiene che sia due volte più rapida del 4G a chi invece ritiene che sarà addirittura circa 20 volte più veloce.

Inutile dire che la maggiore velocità non interesserà unicamente la propagazione del segnale, ma anche la velocità in download e upload per quanto riguarda la trasmissione dei dati.

Quando arriva il 5G in Italia?

Ma per quando è previsto il debutto della rete 5G in Italia? In realtà questo debutto ha già avuto luogo, eil 5G in Italia è realtà, ma non è affatto omogeneo sul territorio. Non esiste una data che segni l'avvento del 5G in Italia interessando tutto il territorio nazionale. E' un processo che sta avvenendo lentamente, che dovrebbe subire un'accelerazione nel 2020, ma che molto probabilmente verrà portato a termine solo nel 2022. E anche in questo caso non è certo che tutte le zone e tutte le persone potranno avere accesso al 5G.

Rete 5G in Italia: copertura città

  • Roma
  • Milano
  • Bologna
  • Napoli
  • Torino
  • Agrigento
  • Taranto
  • Verona
  • Firenze
  • Genova
  • Palermo

Queste sono alcune delle città in cui si può navigare con la rete 5G perché è garantita la copertura. Bisogna però tenere presente che la copertura potrebbe non essere totale, ma interessare alcune zone invece di altre. Sul sito dei diversi operatori telefonici, naturalmente molto interessati all'evoluzione del 5G, è possibile cercare la propria zona di residenza e verificare che sia già attiva la copertura.

Come navigare con il 5G?

Come avrete immaginato non si può semplicemente passare con il proprio smartphone dalla rete 4G a quella 5G, occorrono alcune caratteristiche specifiche. Per prima cosa bisogna avere uno smartphone che supporti tale rete e potrebbe essere necessario sostituire la SIM, che deve avere una determinata capacità ed essere quindi compatibile con il 5G. Anche l'abbonamento, come è facile intuire, deve riguardare il 5G in maniera specifica.

Quanto costa il 5G?

Proprio per via delle sue altissime capacità performanti, il 5G ha un costo maggiore rispetto alla rete 4G. Il mercato propone offerte di diversa entità, che variano in base alla quantità dei dati e ad altri parametri, ma in linea generale il prezzo mensile di un abbonamento 5G oscilla tra i 16 e i 50 euro, in questa forchetta abbastanza ampia ci sono tutte le diverse tipologie di connessione, partendo dalla basic (che può essere utile per capire se il 5G fa per noi) fino a quella più rifinita, che consente di sfruttare pienamente tutte le potenzialità del 5G..

A cosa serve il 5G?

E' una domanda più che legittima, visto il grande interesse che circonda la rete 5G. Telefonare, scambiarsi messaggi, meme e così via, è davvero l'aspetto meno interessante di questa rivoluzione tecnologica, che invece con tutta probabilità è destinata a modificare alcune abitudini di vita.

Vediamo insieme alcune, anche se sono destinate ad aumentare e perfezionarsi via via che il tempo passa.

  • Domotica: le applicazioni del 5G alla domotica, la scienza della casa intelligente, sono pressoché infinite. Il 5G permetterà di connettere tra loro tutti i device della casa, in maniera migliore (più stabile e più veloce, di quanto faccia attualmente l'ADSL o la fibra. Immaginate quindi la comodità di far parlare tra loro e di gestire da remoto ogni elettrodomestico, smartwatch e ogni altro sistema che potrete collegare alla rete
  • Wellness: e anche più del semplice wellness, visto che uno dei settori potenzialmente più "redditizi" per il 5G è proprio quello della salute che, grazie ai device cosidetti wearable (e non solo quelli), potrà trasmettere i nostri dati direttamente al medico curante in un battito di ciglia. Impressionante, non trovate?
  • Gaming e Binge Watching: inutile dire che gli appassionati dei videogiochi e delle serie tv troveranno il paradiso grazie al 5G. Connessione stabile, ma anche altissima definizione, per una esperienza di gioco e visiva assolutamente gratificante
  • Working data: anche il mondo del lavoro cambierà grazie al 5G, questo perché renderà più semplice lo scambio di dati, di video e di ogni genere di materiale che potrà essere trasmesso in maniera rapidissima attraverso la rete 5G