Il comportamento di chi utilizza i motori di ricerca

26.04.2019

Come interagiscono con i motori di ricerca i navigatori web?

Gli smartphone sono utilizzati come punto di partenza per le attività online. I computer sono invece il punto di partenza per le attività normalmente più complesse. I tablet sono il punto di partenza soprattutto per lo shopping e la pianificazione di viaggi e vacanze.

Da PC il 100% effettua ricerca tramite i motori:

40% tutti i giorni o più volte al giorno

34%: tre o quattro volte la settimana

15% almeno una volta la settimana

10% meno spesso

Da Smartphone il 93% effettua ricerca tramite i motori:

39% tutti i giorni o più volte al giorno

22%: tre o quattro volte la settimana

15% almeno una volta la settimana

17% meno spesso

7% non lo utilizza per fare ricerche sui motori

Da Tablet il 95% effettua ricerca tramite i motori:

33% tutti i giorni o più volte al giorno

27%: tre o quattro volte la settimana

18% almeno una volta la settimana

17% meno spesso 5% non lo utilizza per fare ricerche sui motori

In Italia è Google il principale motore di ricerca che viene utilizzato utilizzato da 9 utenti su 10.

Il 43% ritiene i motori quasi sempre imparziali, il 55% ritiene i risultati di ricerca imparziali, a patto di saper cercare e solo il 2% non reputa imparziali i motori.

E' importante notare come durante tutte le varie fasi del processo decisionale d'acquisto, i motori di ricerca assumono un ruolo primario nell'aiutare le persone a trovare informazioni e risposte alle loro domande (selezione, valutazione ed acquisto).

MOLTI BRAND - POCHI BRAND - SCELTA FINALE - ACQUISTO

Le informazioni trovate attraverso i motori si confermano decisive nelle scelte, come dimostra il fatto che il 78% ha più di una volta acquistato basando la propria scelta proprio sulle informazioni trovate attraverso i motori.

Il 52% degli italiani ha affermato di prestare attenzione ai link sponsorizzati, soprattutto se questi (attraverso la lettura del testo di accompagnamento) sembrano proporre contenuti in tema con la ricerca immessa.

Il 60% degli italiani presta attenzione ai link sponsorizzati se non trova argomenti rilevanti tra i risultati naturali.

Inoltre:

Il 55% utilizza sempre il medesimo motore di ricerca.

Il 42% afferma di utilizzare sempre alcuni motori di ricerca, considerandoli allo stesso livello e quindi in maniera intercambiabile.

Il 3% afferma di utilizzare differenti motori di ricerca secondo il tipo di ricerche da effettuare.

I risultati delle ricerche evidenziano il fatto di come, per una buona politica di marketing web, sia indispensabile una giusta ponderazione sul "per chi" viene emesso un messaggio pubblicitario prima ancora di decidere il "dove e come".