Come superare la procrastinazione e smettere di rimandare le cose

11.07.2018

L'orco della procrastinazione è uno dei più grandi nemici del successo, della produttività e dell'efficienza. Non importa quanto ben organizzati, puntuali e impegnati siamo, ad un certo punto o un altro, tutti noi restiamo bloccati nel ciclo di procrastinazione.

La procrastinazione non è pigrizia. È più una mancanza di concentrazione , mista a confusione prioritaria e ansia da compito complicata. Quando procrastiniamo, rimandiamo a compiti importanti che dovremmo fare fino a quando non è tardi. Metterli fuori non li fa andare via, però. Inevitabilmente, quando è troppo tardi, ci lasciamo prendere dal panico, rendiamo conto che abbiamo sprecato così tanto tempo che avremmo dovuto spendere per progetti importanti e desideriamo di essere iniziati prima.

Non c'è niente di più frustrante del finire una giornata lavorativa rendendosi conto di aver perso tempo in attività inutili, senza compiere un singolo compito importante. 

Il tempo sprecato non viene mai riguadagnato .

 È perso per sempre e non tornerà mai più.

Perché procrastiniamo, allora? Forse perché tendiamo a sopravvalutare quanto tempo dobbiamo svolgere i compiti e quanto saremo motivati ​​e ispirati in futuro, o, al contrario, sottovalutiamo per quanto tempo alcuni compiti dovranno essere completati.

Capita anche a te di pensare che hai bisogno di aspettare il momento giusto e di essere nel giusto stato d'animo per iniziare a lavorare su un progetto specifico? 

Aspettare le circostanze perfette e gli ingredienti magici per apparire è un altro modo di procrastinare.

Ecco 5 semplici consigli per terminare definitivamente il ciclo di procrastinazione.


1. Prova la tecnica del Pomodoro

Se vuoi lavorare con il tempo invece di lottare contro di esso, la tecnica del Pomodoro potrebbe essere il metodo perfetto per te. Questa semplice ma efficace tecnica di gestione del tempo , creata e sviluppata da Francesco Cirillo negli anni '80, prende il nome da quei timer da cucina a forma di pomodoro. In origine, l'imprenditore Francesco Cirillo ha progettato questo sistema per concentrare e aumentare la sua produttività a scuola. Poi, negli anni '90, questa tecnica di gestione del tempo ha iniziato ad essere utilizzata in team professionali e recentemente è diventata uno dei più popolari sistemi di produttività personale .

La tecnica del Pomodoro può aiutarti a superare quella resistenza mentale iniziale per entrare nel compito. Per iniziare, hai bisogno di un conto alla rovescia di 25 minuti. Puoi utilizzare un timer da tavolo, come TomatoTimer o Tomighty , un timer da cucina, un timer da forno o semplicemente l'app timer sul tuo tablet o smartphone. Poi:

  1. scegli un compito che devi fare;
  2. imposta il timer per 25 minuti e inizia a lavorare con la massima messa a fuoco, senza cambiare attività o distrarsi;
  3. continuare a lavorare intensamente fino allo spegnimento del timer;
  4. fare una breve pausa di cinque minuti e fare qualcosa di non correlato al lavoro;
  5. ripetere.

Un blocco di 25 minuti senza interruzioni di intenso lavoro è un Pomodoro. Fai una pausa più lunga dopo aver completato quattro Pomodori. Ciò aiuterà la tua mente a rilassarsi, ricaricarsi e iniziare la tua prossima sessione di lavoro con freschezza creativa e massima concentrazione.

Questo è un sistema super facile ed efficace e dovresti vedere immediatamente i suoi benefici.

Oltre a TomatoTimer e Tomighty, esistono app per smartphone specifiche che possono essere utilizzate per mettere in pratica la tecnica del Pomodoro. Tide è un'app gratuita che può aiutarti a mettere a fuoco quel salto. Chi utilizza il sistema operativo Android può scaricare Clockwork Tomato, Brain Focus Productivity Timer o Goodtime Pomodoro Timer, mentre Focus Keeper, FlatTomato e Be Focused sono disponibili per i dispositivi iOS.

2. Affrontare prima il compito più difficile

Le prime ore di lavoro preparano il terreno per l'intera giornata. Prenditi le prime ore per affrontare i compiti più difficili del giorno in cui probabilmente non avrai energia e freschezza su cui lavorare in seguito. Completando questo difficile compito che hai rimandato per primo, sarà bello averlo alle spalle. Usa quella sensazione positiva di soddisfazione e realizzazione per tenerti motivato durante il giorno.

3. Rompi il tuo lavoro in piccoli passi fattibili

Rompi il grande lavoro in una serie di passaggi molto piccoli, così puoi concentrarti sulla gestione della prossima piccola attività. Datti la lode per ogni piccolo passo completato. Fare questo è estremamente motivante.

4. Evita la distrazione di Internet

Ora stiamo entrando nel mondo della procrastinazione legata a Internet . Internet è la più grande fonte di distrazione nella storia umana.

Se non puoi essere su Internet senza saltare su Facebook, controllando le novità su Twitter e controllando la tua posta ogni 30 secondi, dovresti interrompere temporaneamente l'accesso a Internet o utilizzare un programma specifico o un componente aggiuntivo del browser per bloccare siti Web e notifiche dai dashboard dei tuoi dispositivi.

Evita qualsiasi cosa e tutto ciò che potrebbe destarti nel concentrarti. Prova qualsiasi cosa ti aiuti a sbarazzarti delle distrazioni intorno a te. Più puoi gestire la distrazione, più aumenterà la tua produttività.

5. Usa le liste di cose da fare e rimani in pista

Le liste delle cose da fare sono estremamente popolari e utili in quanto forniscono un modo semplice per tenersi concentrati, concentrati e organizzati. Scrivi tutti i compiti e le attività che hai rimandato, in modo che non puoi ignorarli.


a cura di Jessica Maggi